Cedere

Cedere

Dona una seconda vita al tuo animale, cedilo all’associazione che provvederà a curarlo, riabilitarlo , se necessario, trovargli una nuova famiglia.

 

L’associazione accetta animali di ogni specie, con qualsiasi età e con qualsiasi tipo di patologia o disabilità.

 

Non facciamo compravendita di animali, accettiamo quindi SOLO animali ceduti volontariamente e gratuitamente dai proprietari.

 

Dichiarazione universale dei diritti dell’animale – UNESCO 15 ottobre 1978

 

Art.1 - Tutti gli animali nascono uguali davanti alla vita e hanno gli stessi diritti all’esistenza

Art.2 - Ogni animale ha diritto al rispetto- l’uomo, in quanto specie animale, non può attribuirsi il diritto di sterminare gli altri animali o di sfruttarli violando questo diritto – ogni animale ha il diritto alla considerazione , alle cure e alla protezione dell’uomo.

Art.3- Nessun animale dovrà essere sottoposto a maltrattamenti e ad atti crudeli- se la soppressione dell’animale è necessaria deve essere istantanea, senza dolore ne angoscia.

Art.4 - Ogni animale che appartiene ad una specie selvaggia ha il diritto a vivere libero nel suo ambiente naturale ed ha il diritto di riprodursi

Art.5 - Ogni animale appartenente ad una specie che vive abitualmente nell’ambiente dell’uomo ha il diritto di vivere e di crescere secondo il ritmo e non le condizioni di vita e di libertà che sono proprie della sua specie- ogni modifica di questo ritmo e di queste condizioni imposta dall’uomo a fini mercantili è contraria a questo diritto

Art.6 - Ogni animale che l’uomo ha scelto per compagno ha diritto ad una durata della vita con forme alla sua naturale longevità- l’abbandono di un’ animale è un atto crudele e degradante.

Art.7 - Ogni animale che lavora ha diritto a ragionevoli limitazioni di durata e intensità di lavoro, ad una alimentazione adeguata e al riposo.

Art.9 - Nel caso che l’animale sia allevato per l’alimentazione, deve essere nutrito, alloggiato, trasportato e ucciso senza che per lui ne risulti ansietà e dolore.

Art.10 - Nessun animale deve essere usato per il divertimento dell’uomo.

Art.11 - Ogni atto che comporta l’uccisione di un animale senza necessità è un biocidio, cioè un delitto contro la vita.

Art.12 - Ogni atto che comporti l’uccisione di un numero di animali selvaggi è un genocidio, cioè un delitto contro la specie.

Art.13 - L’animale morto deve essere trattato con rispetto.

 

Art.544 bis- uccisione di animali: reclusione da 4 mesi a 2 anni.

Art.544 ter - maltrattamento di animali: chiunque cagiona una lesione ad un animale, lo sottopone a sevizie o a fatiche o a lavori insopportabili per le sue caratteristiche etologiche . Reclusione da 3 a 18 mesi, o con la multa da 5000 a 30.000€. La stessa pena si applica a chiunque somministra sostanze stupefacenti o vietate ovvero li sottopone a trattamenti che procurano un danno alla salute degli stessi.

Art.544 quater - spettacoli o manifestazioni vietate: chiunque organizza o promuove spettacoli o manifestazioni che comportino sevizie o strazio per gli animali è punito con la reclusione da 4 mesi a 2 anni e con la multa da 3.000 a 15.000€.

Art.544 quinquies - divieto di combattimento tra animali: chiunque promuova, organizza o diriga combattimenti o competizioni non autorizzate tra animali è punito con la reclusione da 1 a 3 anni e con una multa da 50.000 a 160.000 €.

Allevando o addestrando animali destinati sotto qualsiasi forma e anche per il tramite di terzi alla loro partecipazione ai combattimenti è soggetto a una pena da 3 mesi a 2 anni di reclusione e alla multa da 5.000 a 30.000€, stessa pena si applica anche ai proprietari o ai detentori degli animali se consenzienti.

Art.544 sexies - confisca e pene accessorie: nel caso di condanna è sempre ordinata la confisca dell'animale.

Art.638 - uccisione o danneggiamento di animali altrui: chiunque senza necessità usccide o rende inservibili o comunque deteriora animali che appartengono ad altri è punito con la reclusione fino ad 1 anno o con la multa fino a 309€; da 6 mesi a 4 anni se il fatto è commesso su 3 o più capi di bestiame.

Art.672 - omessa custodia e malgoverno di animali: chiunque lascia liberi animali, o non custodisce con le debite cautele, o ne affida la custodia a persona inesperta, è punito con la sanzione amministrativa fino a 258€.

Art.727 - abbandono di animali: chiunque abbandoni animali che abbiano acquisito abitudini della cattività, o li detiene in condizioni incompatibili con la loro natura e produttiva di grandi sofferenze, è punito con l'arresto fino a 1 anno o con l'ammenda da 1.000 a 10.000€.

Animal Rescue Italia Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale

Sede legale:

Via Iano 69

50050 Montaione (FI)

Rifugio presso:

Via Torri 62

50050 Montaione (FI)

Tel: +39 3455458390

 

E-mail: info@animalrescueitalia.com